Industrial Internet of Things (IIoT): il futuro è ora.

linea1

Collegate dispositivi remoti tra loro e distribuite le informazioni attraverso piattaforme semplici ed innovative.


Oggi si parla molto di Internet of Things, ma poche sono le soluzioni veramente efficaci, a basso costo, in grado di gestire efficacemente l’integrazione dei dispositivi esistenti o di inserirne dei nuovi. Inoltre, le tecnologie evolvono rapidamente, e per affrontare efficacemente progetti di interconnessione dei dispositivi industriali occorrono soluzioni flessibili, scalabili e facilmente integrabili.

Perché l’Internet of Things?


L’Internet of Things supera i limiti delle tecnologie precedenti, grazie alla ampia disponibilità di connessioni sulle reti pubbliche (Internet) e alla disponibilità di protocolli leggeri, bidirezionali e firewall friendly.


L’insieme di queste due cose crea una grande opportunità in ogni sottore, ma soprattuto in campo industriale, dove lo scambio dei dati tra i dispositivi di impianto e le macchine può portare a grandi benefici, come appunto definito da Industry 4.0.

Più connettività per una maggiore efficienza

linea1

La connettività dei sistemi porta ad una maggiore efficienza produttiva, basti pensare ad esempio:

  • Raccolta dati direttamente dalle macchine in produzione, installate in giro per il modo: consente di sapere in real-time dove e come intervenire.
  • Efficienza produttiva: in base ai consumi della produzione, la richiesta di materie prime si prepara in anticipo.
  • Manutenzione predittiva: in base agli allarmi più frequenti, la manutenzione prepara in anticipo gli interventi mirati da eseguire.
  • Efficienza energetica: in base ai consumi reali, si dispongono adeguamenti relativi ai setup dei parametri funzionali, accensioni o spegnimenti.
  • Produzione collaborativa: le macchine diventano più intelligenti e comunicano tra loro le necessità operative, in modo da eliminare gli sprechi e le inefficienze.

Numerose altre possibilità di gestione sono a disposizione nel manifatturiero, nel controllo di processo e nelle infrastrutture, per migliorare l’efficienza e la produttività grazie alle architetture Internet of Things. Queste architetture, in sostanza, consentono non solo alle macchine o ai dispositivi di comunicare in modo intelligente tra loro, ma anche di collegare due mondi tradizionalmente diversi e separati tra loro: il livello di fabbrica (Livello Operativo) dal livello gestionale (Livello Informativo).

Cosa serve per un buon progetto di IIoT ?

linea1

Per realizzare un buon progetto di IIoT occorre disporre innanzitutto di una visione chiara di cosa occorre comunicare.

Se si tratta di impianti esistenti, i dati quasi sempre ci sono già, all’interno di dispositivi anche molto diversi tra loro. Occorre sapere dove si trovano i dati, e quindi portarli su internet attraverso dei gateway in grado di comunicare con i protocolli dei dispositivi esistenti e pubblicarli su Internet attraverso appositi protocolli IoT.

Quando i dati invece non ci sono, occorre crearli, applicando sensori o dispositivi di I/O in grado comunicare direttamente nel mondo IoT oppure di acquisire le grandezze fisiche e pubblicarle su IoT.

Se i dati devono essere semplicemente scambiati da dispositivo a dispositivo, non occorre altro: i gateway provvederanno a leggere e scrivere i dati secondo le necessità operative.

Quando invece occorre acquisire, monitorare, storicizzare, analizzare i dati dei dispositivi, allora occorre anche una piattaforma IoT in grado di gestire le informazioni che arrivano dai dispositivi e disporre degli strumenti di registrazione, generalmente su Cloud o su DB, per poi visualizzarle su appositi cruscotti, sinottici o strumenti di analisi come Reports o Grafici.
Se avete in mente progetti di IoT Industriale, le tecnologie di Progea sono quello che fa per voi. Stiamo progettando soluzioni veramente innovative, basate su tecnologie realmente pensate per l’Internet delle Cose.

IoT e Cloud per ogni sistema di automazione

linea1

La piattaforma Cloud Progea – Databoom è una soluzione espressamente concepita per il Cloud e l’IoT, con archiviazione dati sempre sicura e performante, grazie ai database di nuova generazione “Non Relazionali” espressamente concepiti per i Big Data. Progea Cloud.Databoom è estremamente facile da utilizzare ed è una piattaforma versatile, pensata per garantire la disponibilità dei dati in numerosi scenari operativi.

Movicon.NExT IoT e Connext, perchè?

linea1

Progea ha in mente un ecosistema perfettamente integrato e modulare, ideale per le varie tipologie di IoT.

La tecnologia di Platform.NExT è espressamente concepita per soddisfare tutti i requisiti di Industrial Internet of Things. Offre un ecosistema composto dalla piattaforma di raccolta dati, da protocolli IoT adatti alle varie esigenze, come ad esempio PubNub, OPC IoT Azure e MQTT.

  • Connext è il server di comunicazione OPC UA che offre la connettività di campo e la gestione di gateway di raccolta dati e pubblicazione.
  • Movicon.NExT IoT è il runtime di Automation Platform.NExT pensato per sistemi embedded e e micro applicazioni di gestione dei dati locali utilizzando micro device basati su Windows 10 IoT CORE (es. ARM, Raspberry PI, ecc.).

Avete in mente un progetto di IIoT? Parliamone!