Migliorare
l’efficienza produttiva
tramite OEE e KPI.

linea1

Progea propone prodotti software per gestire la Plant Intelligence attraverso la raccolta dati ed il calcolo di OEE, KPI e Downtime.


Le industrie, in particolare il manifatturiero, hanno sempre più la necessità di disporre di informazioni efficaci ed in tempo reale per individuare e rimuovere le cause di inefficienza, incrementando la produttività grazie alla riduzione delle perdite. La soluzione per raggiungere questo obiettivo è disporre, in modo semplice e veloce, di un sistema di raccolta dati ed analisi della produzione, verificando gli scostamenti tra la produzione teorica e quella effettiva.

La soluzione Scada/HMI per raccogliere i dati e calcolare l’OEE.


Ad ogni domanda una risposta

  • Quali sono i principali problemi di inattività?
  • Quand’è capitato quel determinato problema?
  • Com’era la qualità il mese scorso?
  • Quali sono gli allarmi più frequenti o quelli con durata maggiore?
  • Come stiamo utilizzando la macchina?

Migliora la produzione:

Grazie alle soluzioni Progea, potrete quindi creare un sistema veramente efficace per migliorare la produzione, con un investimento molto contenuto che potrà ripagarsi (ritorno dell’investimento) in breve tempo grazie all’incremento della produttività.


E’ necessario disporre delle informazioni in tempo reale per analizzare e rimuovere le inefficienze.

linea1

La realtà è fatta da situazioni pratiche che comportano fermi di produzione programmati (Assenza personale o manutenzione) o imprevisti (guasti), e anche da un certo numero di pezzi difettosi. Questi problemi sono la causa della riduzione dell’efficienza delle macchine, come misurato dal valore del parametro OEE (Overall Equipment Effectiveness). Le condizioni che causano questi problemi sono chiamate “equipment-related losses” (perdite relative alle apparecchiature).

Tre sono gli elementi principali che servono per applicare l’OEE,quali:

  • Disponibilità: perdite per inattività.
  • Qualità: perdite per prodotti difettosi.
  • Prestazioni: perdite per bassa velocità di produzione.

Questi tre elementi includono tutte le cause di mancata produzione, inclusi i guasti imprevisti ed i fermi non dovuti a guasto (Set up, cambio produzione, manutenzione programmata, pulizie, assemblee, ferie, scioperi, ecc.). Alcune cause sono acquisibili direttamente ed automaticamente dalla macchina (allarmi), altre vanno imputate dagli operatori al momento della richiesta di arresto, per evitare il più possibile cause di fermo non classificate.


Il sistema di gestione delle informazioni di produzione, perché sia veramente efficace, deve consentire l’acquisizione real-time automatica di questi dati, per poter quindi produrre gli indici KPI (Key Performance Indicator) che stabiliscono, in un determinato periodo, l’indice di produttività e le cause che lo determinano.

Visualizzare l’OEE, i KPI ed i Downtime

linea1

I fattori che si utilizzano per il calcolo dell’OEE sono i seguenti:

A: Tempo operativo netto
B: Tempo di funzionamento < A (Perdite causate da inattività)
C: Obiettivo di produzione.
D: Produzione reale < C (Perdite di velocità delle macchine).
E: Produzione reale.
F: Produzione conforme < E (Perdite per difetti).

OEE = B/A * D/C * F/E * 100

Come si può notare l’OEE deriva dai tre elementi principali:

  • Disponibilità

Le perdite per disponibilità sono dovute principalmente a inattività, causata da guasti e tempi necessari al set-up delle macchine. Altre ulteriori perdite possono essere causate da strumenti di taglio e tempi di Start up.

  • Prestazioni

Le perdite di prestazioni sono dovute prevalentemente alla ridotta velocità delle macchine. Interruzioni interne (eventi che interrompono il flusso produttivo senza fare fermare le macchine) e riduzione della velocità di lavoro (le macchine spesso lavorano a velocità minori di quelle per cui sono state progettate).

  • Qualità

Il fattore qualità è influenzato negativamente dalla produzione di pezzi difettosi, i quali possono essere prodotti nella fase di avviamento (Start up). Scarti e rilavorazioni sono altre perdite causate da errori in produzione.

Movicon Pro.Lean

linea1

Il software per il monitoraggio e l’analisi dell’efficienza produttiva per ogni settore manifatturiero.

Grazie a Pro.Lean© potrete comunicare con qualsiasi apparecchiatura o sistema in campo, acquisire i dati, registrarli su database ed analizzare i principali KPI (Key Performance Indicators), calcolare l’OEE (Overall Equipment Effectiveness) e misurare i Downtime, per ridurre le perdite e massimizzare i profitti.