Come sarà lo SCADA del futuro? (Seconda Parte)

0 Comments

La tecnologia del nuovo software SCADA è pronta per affrontare le sfide del futuro.

Seconda parte.

Nella prima parte vi abbiamo raccontato perché è nato Movicon.NExT.

Ma quali sono le tecnologie utilizzate in questa nuova piattaforma SCADA?

Alla base di tutto vi è il framework, che Progea ha progettato su tecnologia .NET con modello Plug In, ovvero aperto alla personalizzazione e alle integrazioni di nuovi moduli funzionali, che ogni cliente esperto potrebbe realizzare. Il framework utilizza inoltre l’information model di OPC UA, rendendo l’infrastruttura
conforme alla modellazione dei dati secondo lo standard IEC62541. Questo garantisce il supporto di dati complessi, come ad esempio modelli di dati che possono essere definiti nei sistemi PLC (IEC61131 e PLC Open) e gestiti, anche in strutture complesse, in modo trasparente nella piattaforma. Oltre a questo, qualsiasi applicazione di terze parti conforme allo standard OPC UA può scambiare dati direttamente con i moduli della piattaforma.

Sul framework sono poi integrate sia l’applicazione Server che l’applicazione Client, che possono essere gestite localmente o in architetture distribuite. Ad esempio, tipicamente il Server può essere eseguito come servizio di Windows al quale sono collegabili sia i Client WPF che i Client Web HTML5. Questo tipo di soluzione rende la piattaforma molto più versatile, distribuibile e scalabile rispetto all’architettura precedente.

Applicazioni Server-Client
Il Server della piattaforma costituisce le fondamenta delle applicazioni. Robusto e scalabile, il server gestisce la comunicazione con i protocolli di campo, svolge le funzioni Gateway e IoT, gestisce gli allarmi e tutta la sofisticata parte di registrazione dati, con modelli di registrazione che lo rendono indipendente dal formato database utilizzato, sia locale che di rete che su cloud.
L’applicazione Client della piattaforma è il vero fiore all’occhiello. È stata impiegata completamente la tecnologia grafica di ultima generazione Windows Presentation Foundation. L’elemento principale di WPF
è un motore di rendering vettoriale e indipendente dalla risoluzione, compilato per sfruttare i vantaggi dei moderni componenti hardware grafici. Oltre a questo elemento principale, WPF offre un set completo di funzionalità di sviluppo applicazioni che includono Extensible Application Markup Language (XAML), controlli, associazione dati, layout, grafica 2D e 3D, animazione, stili, modelli, documenti, elementi multimediali, testo e tipografia. WPF è incluso in Microsoft .NET Framework, per consentire la compilazione di applicazioni che incorporano altri elementi della libreria di classi .NET Framework.

Grafica per uno SCADA eccezionale
Utilizzando la grafica di Movicon.NExT , ci si rende conto immediatamente di come l’interfaccia grafica dei progetti possa realmente essere considerata di nuova generazione. Una qualità grafica eccezionale, una libreria di oggetti e simboli industriali ridisegnata da Progea per supportare al meglio la qualità grafica di WPF. Potenti animazioni, effetti, transizioni, colori, sfumature e molto altro permettono di fare un salto generazionale nella grafica. Ad esempio, è possibile importare e animare dinamicamente oggetti e elementi tridimensionali, interagendo con essi, per entrare in una nuova dimensione di soluzioni HMI.

Con l’introduzione anche del supporto alle mappe geografiche interattive e il supporto nativo di tutte le funzionalità multi-touch, i progettisti possano ora veramente realizzare quello che fino a ieri potevano solo immaginare.

Occorre anche considerare che non basta avere i migliori strumenti per creare, è necessario innanzitutto utilizzare criteri di progettazione grafica che tengano conto sia dello stile sia dell’usabilità, come descritto in un interessante white paper scaricabile dal sito web di Progea.

Java? No, grazie
Anche il Client Web ha subito una rivoluzione. Abbandonata la tecnologia Java, che oggi mostra sempre più lacune di sicurezza, difficoltà di configurazione nei browser e il segno inevitabile del tempo, oggi la tecnologia standard per il Web è sicuramente HTML5.
Il Web Client di Movicon.NExT estende inoltre le sue funzionalità supportando, oltre all’interfaccia grafica, la gestione Report Web e Dashboard.

 

Non è finita, nella prossima parte entreremo nel nuovo ambiente di sviluppo…
Leggi l’articolo precedente
Leggi l’articolo successivo

 

Mauro Brandoli

Key Accout Progea srl

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami