La supervisione nel mondo del food & beverage

0 Comments

Grazie ai sistemi di supervisione è possibile avere flessibilità produttiva, controllo della linea, tracciabilità e maggiore sicurezza igienica. Tutto orientato a I4.0 e risparmi nei costi energetici e di gestione della produzione.

Il piano nazionale Industria 4.0 varato dal governo ha incentivato notevolmente gli investimenti tecnologici delle aziende italiane. Tra queste ci sono le aziende del settore alimentare, che si sono mosse in questa direzione in maniera incisiva. Nell’industria alimentare il marchio Made in Italy è da sempre una garanzia, le esportazioni negli ultimi anni sono cresciute (ad esempio negli Stati Uniti una confezione di pasta su 3 è italiana) ed è ormai fondamentale avere dei sistemi di controllo per rendere efficiente ed ottimizzare la produzione. Progea è presente da tempo in questo settore e, grazie alla tecnologia messa in campo, è in grado di soddisfare le esigenze non solo dell’industria alimentare, ma di tutte le industrie per i progetti legati a I4.0.

Macchinari diversi e linee di produzione complesse

Nelle aziende alimentari sono presenti delle linee di produzione composte da macchine di diversi fornitori. Ad esempio una linea che confeziona buste di salumi è formata da un’affettatrice automatica, una formatrice e una macchina di controllo peso. Queste macchine possono essere di costruttori diversi. Poi vi sono anche dei macchinari, come le cubettatrici, che sono isole a sé stanti scollegate dalle linee di produzione. In questo mondo di macchine eterogenee occorre avere una tecnologia che ti permetta di connetterle tra di loro, raccogliere i dati di produzione sui quali fare le dovute analisi per migliorare la performance produttiva. In questo contesto i costruttori di macchine dovrebbero essere collaborativi verso chi sviluppa i progetti e dare le giuste indicazioni di dove trovare i dati da connettere. Spesso purtroppo non è così e, in certi casi, il System Integrator deve essere capace di trovare strade alternative a quelle che si dovrebbero usare come, ad esempio, una interrogazione diretta a certe aree di memoria del PLC tramite il protocollo dedicato o OPC UA.

Nell’industria alimentare in genere, l’automazione e il controllo di processo stanno diventando fondamentali nell’assicurare la tracciabilità e la conservazione dei dati, per risalire ad eventuali anomalie e non conformità e per garantire la catena del freddo. Nella produzione della pasta, e più in generale nella lavorazione dei cereali, l’automazione invece è già presente da tempo, grazie all’utilizzo di dosatori, pastorizzatori, miscelatori ed essiccatori. Lo stesso avviene nel settore della panificazione dove si utilizzano impastatrici, forni di cottura, trasportatori con dispositivi di carico e scarico, torri per il raffreddamento dei prodotti, dosatori, zuccheratori ecc.

Audit e Tracciabilità

È comunque sempre necessario installare un sistema che permetta di eseguire la tracciabilità dei prodotti. Sulla sezione relativa al periodo di lavorazione di un lotto di prodotto devono essere indicati la data ed il numero del lotto del prodotto, inoltre deve essere apposta la firma elettronica dell’operatore responsabile ed eventualmente la firma di validazione del responsabile del processo. Le procedure devono assicurare che non vengano commessi errori e che le firme siano sempre riconducibili in maniera univoca al loro proprietario. I record devono essere archiviati in luogo sicuro e mantenuti per un periodo adeguato, e devono essere protetti da accessi non autorizzati. Tutto questo è possibile utilizzando la piattaforma SCADA di Progea che soddisfa appieno i requisiti della normativa CFR21 Part 11.

Che soluzioni offre Progea?

La nuova piattaforma software Movicon.NExT, corredata dai moduli funzionali Pro.Lean e Pro.Energy è lo strumento ideale per progetti di Industria 4.0, in quanto offre soluzioni di Connettività, Supervisione e raccolta dati, veloci da implementare. La piattaforma è già stata infatti individuata e scelta da importanti gruppi produttivi. In questi giorni è stato avviato un importante progetto per un’azienda di produzione dolci. Il progetto prevede la Supervisione dello stabilimento da un server principale e vari client dislocati in diversi punti della struttura, e il collegamento di tutte le linee di produzione krapfen, produzione gelati e celle frigo. Tutti i dati di produzione raccolti saranno inviati al sistema gestionale e all’ufficio del direttore. I dati raccolti e il monitoraggio degli impianti saranno consultabili anche da web o con app dedicate per dispositivi mobili.

La Piattaforma SCADA di Progea

La piattaforma di Progea si posiziona fra il campo (OT) ed il gestionale (IT) e mette a disposizione svariati  protocolli che permettono di collegarsi a tutti i dispositivi in campo. Essendo inoltre progetti che devono durare nel tempo, la tecnologia proposta ha caratteristiche di scalabilità e apertura, fondamentali per la gestione aziendale a lungo termine. Una piattaforma scalabile permette di sviluppare un progetto partendo da un piccolo investimento per integrare poi nel tempo tutti i macchinari e i sistemi aziendali. L’apertura della piattaforma permette, tramite tecnologia plug-in, di inserire senza problemi moduli operativi o applicazioni di terze parti. Il modello di trasmissione dati OPC UA risulta il più attuale per sistemi aperti e moderni.

La reportistica integrata

Per la Business Analytics sono a disposizione numerosi strumenti, come liste di segnali, oggetti di dettaglio, grafici analitici di vario tipo e infografiche. La parte di analisi dati avviene anche tramite reportistica, integrata nella piattaforma, che permette di personalizzare i report ed esportarli nei formati più comunemente usati come PDF, XLS, HTML, CSV, TEXT. Tramite gli strumenti di analisi disponibili, è possibile anche la gestione della manutenzione preventiva ed inviare, attraverso SMS, Mail o VOIP, messaggi alle persone preposte in modo che siano informate tempestivamente su eventuali problemi e che possano intervenire per risolverli nel più breve tempo possibile.

Siamo pronti per la Realtà Aumentata?

Progea, concentrata da sempre sulle nuove tecnologie, ha integrato e gestisce nella sua piattaforma i dispositivi per la Realtà Aumentata.

La realtà aumentata è una tecnologia in continua evoluzione. Se volessimo definirla, in maniera semplice, potremmo dire che è la rappresentazione della realtà a cui vengono sovrapposte informazioni artificiali e virtuali. In questo modo chi indossa il dispositivo di realtà aumentata vede l’ambiente circostante arricchito di una serie di informazioni aggiuntive che possono essere utilizzate o variate a seconda di cosa si guarda. Un operatore che deve fare manutenzione a una linea di produzione o a una macchina, inquadra ad esempio un motore, e automaticamente riceve informazioni tecniche come ore di lavoro, stato delle bobine o parametri da settare. In questo modo può avere le mani libere per effettuare l’intervento e ricevere tutte le informazioni utili al suo lavoro.

Mauro Brandoli

Key Account Progea srl

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami